Vendere con i Marketplace

Vendere Con i Marketplace è un croce ed una delizia, se stai pensando di vendere i tuoi prodotti utilizzando come e-commerce un marketplace o pensi di affiancarlo alla tua piattaforma esistente allora, leggi questo articolo perché è quel che fa per te.

Oggi di marketplace ce ne sono concretamente tanti, ed ognuno di essi ha vantaggi e svantaggi ma, per prima cosa vediamo di capire

Che Cos’è un Marketplace

Un marketplace è molto semplicemente un sito avviato che permette ad altri venditori di proporre i suoi prodotti sulla sua piattaforma, il merchant (chi vende i prodotti) si occuperà di caricare i propri prodotti sulla piattaforma e si occuperà di tutto il processo di vendita e della spedizione del prodotto.

Il proprietario del sito si occuperà di tutta la parte marketing quindi generare Lead e Prospect, generando traffico e agendo in tutti quei modi che possano portare ad una maggiore Conversione delle vendite.

Perché Vendere Con i Marketplace

Quando avvio un progetto una delle prime cose che mi si chiedono è di poter vendere su Amazon e/o eBay ci sono motivi per cui ha senso farlo ed altri per cui sarebbe meglio evitare, vediamo però le motivazioni positive all’apertura di un account in un market place

  • Velocità di Vendita: è tutto pronto,devi solo inserire i tuoi prodotti, non devi posizionarti, capire come fare marketing. Ma se hai buoni prodotti a prezzi bassi, devi solo occuparti di spedire.
  • Costi Certi: Si sa benissimo quanto sono i costi per l’acquisizione delle vendita, di solito è un percentuale.
  • Alta Credibilità: Uno dei problemi degli e-commerce è il crearsi reputazione. Usando un market place questa viene acquisita passata dallo shop che abbiamo scelto

Perchè non vendere nei MarketPlace

I marketplace con i pro portano con loro anche i contro. e bisogna tenerli ben presente per valutare assieme ai pro il tuo progetto economico e valutare quindi se ha senso procedere con l’apertura del negozio e-commerce utilizzando questi aiuti di terze parti

Vediamo quindi i contro dei marketplace:

  • Spersonalizzazione: Non sai definito come negozio e quindi come marchio, ma sarai uno dei tanti presente su market
  • Perdita contenuti: in alcuni casi vedi amazon, perdi la proprietà dei contenuti e delle fotografie che hai caricato
  • Niente News: Non potrai fare nessun tipo di azione di news marketing.

Ha senso Vendere Con i Market Place?

Credo che vendere sui market place sia un’ottima opportunità per chiunque si avvii nell’avventura della vendita online; c’è da dire che quando si avvia un processo lavorativo riuscire da subito ad avere entrate, può essere un grosso vantaggio, monetizzare permette ogni merchant di migliorare le sue campagne marketing ad esempio

Il discorso è chiaramente meno importante per grossi gruppi alle cui spalle vi sono parecchi capitali, e l’utilizzo di un market place potrebbe in qualche modo rovinare l’immagine e l’unicità dei contenuti del sito che sta nascendo.

Cerco sempre di convincere i miei clienti che la scelta o meno del vendere attraverso un market place è da prevedere già in fase di business plan, bisognerà ad esempio garantire delle scorte reali ed effettuare spedizioni più che rapide, altrimenti si rischia la chiusura del conto.

Per la medesima ragione bisognerà capire come sincronizzare il magazzino con i vari market place, usare un gestionale che non prevede la gestione di più uscite e che non si sincronizza con i vari sistemi di vendita, farà solo dormire sonni agitati.

Una volta mi è capitato un caso in cui una grossa azienda sincronizzava a fine giornata disponibilità con i vari market usando delle tabelle in csv che purtroppo , questo sistema creava grossissimi problemi, il merchant si stava creando una reputazione negativa che si stava riflettendo nel sito proprietario; il cambio di gestionale non è stato preso come possibilità a breve di conseguenza dovettero chiudere i rapporti con i market place.

Infine voi è da comprendere che spesso si deve procedere con un anticipo di merce ed il pagamento avviene solo dopo giorni se non mesi. E’ il caso di Amazon che paga dopo circa 20 giorni o di Alibaba o di Aliexpress che addirittura pagano dopo che il cliente ha assicurato che è tutto a posto, si potrebbe quindi vedere i soldi solo a grandissima distanza

Quali Sono i Principali Marketplace?

Lista dei principali Market Place

Di market place ce ne sono veramente tanti cerco di elencarne qualcuno dei principali

 

Amazon:

market place amazon
– Amazon, di cui non c’è nulla da dire, in Italia è forse il più importate. è Molto rigido, ed è facilissimo essere bannati. Spessissimo si viene bananti e non si ha neppure una spiegazione. E’ capitato moltissime volte che una volta che un prodotto funziona, lo acquisiscono e si viene messi in secondo piano. Quindi rubano facilmente il business.

Tendo a pensare che ogni tanto usino i marketers come cavie.

Ma permette un’apertura ad un bacino d’utenza altissimo. Chiaramente anche i concorrenti con i medesimi prodotti sono tantissimi.

La cosa che permette di fare senza difficoltà è aprirsi ai mercati extra italiani ed extra europei, il più delle volte senza dover  neppure occuparsi delle schede tecniche.

 

eBay:

market place ebay

– eBay, il più usato soprattutto da sprovveduti o venditori occasionali non professionisti, questo lo ha reso un bazar in cui si trova di tutto, anche le fregature, ma il vantaggio che offre questo ottimo sistema è la possibilità ad esempio di vendere rimanenze di magazzino.

Chi realmente lo sfrutta come piattaforma primaria di vendita, riesce ad ottenere  buoni successi, ma vendere su ebay non è così semplice come si possa immaginare, spesso i prodotti che si vendono non compaiono mai nelle serp di ricerca. e se non si hanno accorgimenti si rischia di non fare nessuna vendita.

ho scritto un articolo in proposito alla visibilità su ebay, entrando quì

 

PixPlace:

market-place pixplace

– PixPlace: sito principe in italia per la vendita di elettronica, PixPlace è la parte pressoflessione di pixmania. Ben posizionato e con ottime opportunità. In italia se si vende elettronica amazon e pixplace sono i due siti a cui affidarsi ad occhi chiusi.

Anche pixplace offre opportunità di lavoro oltralpe. Il servizio assistenza tecnica è uno dei peggiori con il quale mi sono dovuto confrontare, hanno tempi di risposta altissimi, ad inizio 2014 abbiamo impiegato 2 mesi per far inserire un nostro cliente nel loro database sellers.

Il tracciato per il magazzino è un caos, in poche parole per quanto riguarda assistenza e tecnica, molte cose sarebbero da rivedere, ma per il resto, è ottimo

PrivateGriffe
market place privategriffe

– Privategriffe nasce come reseller del lusso italiano, offre grandi opportunità. dal mio punto di vista negli anni a venire offrirà sempre maggiori opportunità, il problema è che nel lusso quasi tutti i brand hanno un loro account, spesso mascherato. Diventa quindi difficile essere competitivi

Groupon:

Vendere su groupon
– Groupon: non è un vero e proprio market place, o meglio un market place di tipo classico. Ma permette grandissime opportunità, si riesce ad esempio a sponsorizzare o spingere alcuni prodotti sulla quale ci si può concentrare e lavorare su due strade. Vendere tanti prodotti con poca marginalità oppure vederlo come una lead generation, e fare quindi raccolta nominativi per una futura campagna mail marketing.

Vero è che le commissioni sono molto alte e si è costretti a offrire prodotti con grossi sconti. Spesso si è costretti a fare accordi con il produttore per grossi quantitativi d’ordine, o rischiare di lavorare in perdita per la generazione di nominativi.

Io lo uso spesso come metodo per aumentare la visibilità del sito/brand e lavorare con le lead generation, se ben studiata la campagna, permette di vendere tantissimi prodotti in pochissimi giorni

Farfetch:

market-place lusso farfetch
– Farfetch per chi vende abbigliamento o accessori di lusso, è da tenere in considerazione dato che permette di vendere tanto e bene in tutto il mondo.

è un sito bene fatto, permette di offrirsi bene al mercato mondo, e ha reso molti miei clienti estremamente felici del venuto generato.

Alibaba:

market place alibaba
Alibaba è stato per alcuni anni la mecca dei venditori italiani e non, alibaba permette di vendere di tutto, in tutto il mondo, è difficile entrarne a far parte, i fornitori sono prevalentemente cinesi, ma ci sono molti casi di venditori di nicchia da tutto il mondo, chiaro che cercare di far concorrenza ai produttori cinesi in ambito elettronica è impensabile.

Ma ad esempio nella venita di cover particolari, magliette o capi unici, ha senso.

Molto garantista nei confronti del cliente, Si viene pagati solo una volta che il cliente ha confermato che tutto è avvenuto perfettamente, inteso come spedizione e qualità merce.

 Aliexpress:

market-place aliexpress

– Aliexpress  è il più grande market place del mondo, con il maggior fatturato, propietario di alibaba, condizioni simili, si può farne parte ma solo a condizioni che la merce che si vende ne abbia senso.

come detto per alibaba, vendere su aliexpress non ha senso se si vuol far concorrenza ai produttori cinesi. Bisogna differenziarsi ed offrire prodotti unici e appetibili

Consiglio:

Questa lista di marketplace è il seguito di un lavoro svolto a tema marketplace ti consiglio di leggere tutti gli articoli

Concludendo

Naturalmente questa è un piccola selezione dei più utilizzati, ce ne sono molti molti altri, alcuni prendono il sopravvento, altri perdono mercato. Quindi a parte alcuni casi di marketplace molto forti, alcuni hanno mota volatilità, e possono oggi essere degli sconosciuti e diventare molto forti tra poco tempo.

Se hai qualche market palce cui valga la pena inserire in questa listala, segnalacelo

grazie

eCommerce Specialist, professionista consulente e profondo conoscitore della progettazione, realizzazione e produttività in ambito e-commerce, lead generation e dei processi di web marketing di un sito e-commerce di successo. Amante della lettura storica, del fai da te, del mangiar sano, dello sport (ex rugbista professionista, attuale maratoneta senza speranze), curioso per antonomasia, imprenditore padre e marito innamorato.

G+ - FB - TWIN

Questo post ti è piaciuto? Lascia un voto da 1 a 5  Grazie

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (3 Voto - Media: 4,67 su 5)

Loading...

Scarica eBook Gratuito

eCommerce 6 step per incrementare le vendite

I campi con il simbolo * sono richiesti

Ultimi articoli dal Blog

Guada tutti i post