logo sito saraoit rosso
Cerca
Close this search box.

1- Strategia per e-Commerce in 3 punti

strategia per e-commerce

Percorso a ritroso:

La Strategia per e-Commerce

Partiamo con il dire che questo aricolo: la strategia per e-commerce, è il primo di una lunghissima serie di articoli sull’argomento strategie per gli e-commerce, di conseguenza se sei interessato all’argomento salvati il link da qualche parte o usa il form in basso per restare aggiornato. O iscriviti al nostro canale telegram.

In tanti oramai sanno cos’è un e-commerce e moltissimi sanno da dove inziare, ma in quanti hanno un quadro esatto di cos’è e come realizzare una strategia per e-Commerce??

Pochi! veramente pochi! Noi in italia siamo tra i peggiori strateghi mondiali. Ed è un problema atavico, abbiamo perso in modo pessimo tante guerre.

Strategia vuol dire: Una strategia è un piano d’azione di lungo termine usato per impostare e coordinare azioni tese al raggiungimento di uno scopo od obiettivo predeterminato (da wikipedia)

Chi fa scuola di strategia all’estero ha delle chance di successo, per gli altri c’è un po’ d’improvvisazione o di istinto. Ma nella nostra penisola il rischio di mancanza competitiva è altissimo.  Quando penso alla strategia per e-commerce mi vengono sempre in mente:

  • la moltitudine di neogozi italiani falliti,
  • i tantisismi e-commerce esteri che vengono in italia ad accaparrarsi grandi fette di mercato,
  • i pochissimi e-commerce con pessime strategie che faticano a ricavarsi nicchie di fatturato.

 

strategia per e-commerce la direzione da prendere
strategia per e-commerce la direzione da prendere

Strategia per e-commerce: la direzione da prendere

Startegia per e-commerce = conoscere la direzione e le tecniche per aver successo

Partiamo quindi da un importante concetto:

Se non si ha una buona ed innovativa strategia e-commerce, difficilmente un e-commerce potrà ottenere successo duraturo e profittevole.

Ora diamo per scontato che tu abbia seguito tutti gli aspetti per far si che il tuo e-commerce sia realizzato nel migliore dei modi (puoi approfondire leggendo l’articolo: e-commerce dove iniziare per farlo bene), una corretta strategia ti può permettere concretamente di rendere il progetto vincente.

Immagina la strategia di un e-commerce come organizzare una vacanza itinerante, ti segni prima di tutto le tappe, e poi crei tutta la strategia per svolgerla al meglio, quindi la strada da seguire, le tappe da fare, i punti (mete) che raggiungerai.

Senza un obbiettivo concreto e misurabile (meta), non potrai creare la tua strategia (percorso).

3 punti della strategia per e-commerce

Quando si definisce una strategia per e-commerce, è corretto comprendere che essa è composta da più fasi: Vediamole!

Le fasi strategiche per e-commerce si possono indicare in 3 importanti momenti o fasi:

  1. Strategia Generale,
  2. strategia Marketing,
  3. strategia Pubblicitaria.

1- Strategia generale

La prima fase strategica o Strategia Generale e-Commerce è la strada che definiremo nel Business model, se non sai cos’è un business model e come si fa ti consiglio di leggere questo articolo importantissimo : Business model cos’è e come si realizza.

Aspetto importantissimo della strategia generale è innovare e/o differenziarsi in almeno in due aspetti del business model. Le possiblità sono moltisisme.

Per fare qualche esempio differenziante di Strategia Generale per e-Commerce:

Supreme New York, ha puntato sulla scarsità del prodotto e sull’unicità: Prodotti eslcusivi ma disponibili in numero limitato, chi li vuole deve impegnarsi per averli.

Ikea, ha puntato su riduzione dei costi, ha fatto in modo di rendere i prodotti disponibili al momento dell’acquisto eliminando costi di montaggio, trasporto e lunghe attese per l’arrivo dei montatori a casa; tutto questo si è coniugato anche in risparmio

Amazon, ha puntanto tutto sul delivery e sulle garanzie di soddisfazione e aumento della sicurezza. Per far questo ha offerto restituzione prodotti entro 30 gg (senza battere ciglio) e delivery comodissimi.

Queste tre aziende hanno introdotto per prime aspetti che oggi tutti provano ad implementare nella loro attività, ma dobbiamo ricordarci che si può essere leader o secondi di una categoria/innovazione, gli altri mangiano le briciole, quindi se la tua attività non innova il rischio di fallimento è altissimo (leggi questo articolo sull’innovazione per non fallire)

Vedremo poi in altri articoli esempi o idee di strategia generale per e-commerce.

2- Strategia Marketing

La strategia marketing da non confondere con la strategia pubblicitaria, anche se viaggiano di pari passo, è il piano ampliato e non specifico delle idee che si vogliono perseguire nella propria attività in ambito commerciale.

Tipici esempi sono:

  • le promozioni 3 x 2 = compri 3 ma paghi 2,
  • Sconto Xy in percentule o fisso,
  • Spedizione gratuita al raggiungimento di x€,
  • se compri questo hai in regalo quest’altro,
  • etc..

Troverai un vastissimo nei prossimi articoli un ampio piano di startegie marketing

3- Strategia Pubblicitaria

Ultima ma non per questo la meno importante la strategia pubblicitaria, anche se oggi in tanti credono sia l’unico punto del processo di vendita, colpa di tanti scappati di casa che indicano come la pubblicità o adv sia l’unico baluardo della vendita online.

Ma come vedremo questo è solo un taseello dell’ingranaggio

In questa fase si inseriscono tutte quelle strategie che permettono di portare traffico al proprio canale di vendita, di sistemi per attirare persone ce ne sono tantissimi ed ovviamente li vedremo e sopratutto come integrarli in un processo che poi finalizzi la vendita, ma in sostanza le strategie pubblictarie sono:

  • tutti i canali scelti per portare traffico al proprio sito,
  • le pubblcità che decidiamo di fare,
  • il branding.

 

Strategia per e-Commerce: quadro d’insieme

il vero problema nella strategia per e-commerce è la mancanza di vista di insieme, io posso anche capirlo dato che siamo abitutati a coltivare il nostro orto e quindi il nostro piano lavorativo. Chi si occupa di advertising difficilmente sa cos’è un business model e diffcilmente sa quali possano essere le problematiche della logistica, del customer care, di conseguenza impronterà adv ma probabilmente non porrà attenzione a tutti gli aspetti importanti.

Il quadro d’insieme in ambito strategico è guardare ogni aspetto che compone il puzzle dall’alto, con distacco per cercare di far lavorare tutto in concerto.

Facciamo un esempio:

Ho un ristorante, voglio aumentare le vendite ma ogni forma pubblicitaria funziona ma non troppo, cambio strategia:
Decido di regalare una pizza alle donne che si presentano nel mio ristorante faccio in modo di far sentire le donne come delle principesse quindi al centro dell’attenzione, questo porterà un maggior pubblico femminile e nelle coppie quando dovranno scegliere la donna oopterà per il mio ristorante (strategia generale)

Decido di comunicare la mia decisione  facendo della pubblcità sui social e su una radio locale (Strategia Pubblicitaria);

Per favorire l’aumento di della spesa e rientrare nella pizza offerta, creo promozione su bevande il secondo giro di bevande scontato del 30% (strategia marketing)

Ora però vanno anche valutati anche aspetti puramente logistici, quante pizze posso fare ogni giorno? quanti tavolini ho? quanto mi costa l’itera operazione? cosa devo incassare e quindi quanti clienti devo avere per guadagnare? il personale mi basta? l’assiette è adatto al mio pubblico? e tante domande simili.

Improvvisando si fanno una marea di scemate.

Conclusione Strategia e-commerce

Nei prossimi articoli che puoi trovare nella categoria Strategia e-Commerce avrai molti strumenti per migliorare la strategia del tuo e-commerce, ma devi imparare a far lavorare in modo sinergico ogni aspetto che sia di strategia generale, marketing o pubblcitaria.

 

[ratings]

Hai domande su:
1- Strategia per e-Commerce in 3 punti ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Questo Articolo:

eCommerce Tip

Per Approfondire: