Metodi e Sistemi di pagamento per eCommerce

Sistemi di pagamento eCommerce: Confronto e Recensione

Se hai un e-Commerce o stai progettando di aprirlo presto o tardi dovrai fare i conti con i vari sistemi di pagamento per eCommerce, e  scegliere il migliore tra i metodi di pagamento per la tua attività online.

Qual’è il migliore metodo di pagamento? quali sono i vantaggi dei vari sistemi di pagamento? e quali sono gli svantaggi? In questo articolo vedremo i principali metodi di pagamento disponibili con i loro vantaggi, svantaggi e costi.

Troverai in questo articolo sia i wallet di pagamento online, che metodi più classici; l’uso di uno non preclude l’altro, cerca di offrire ai tuoi clienti un’ampia scelta di pagamenti.

Sistemi di Pagamento Online per eCommerce
Sistemi di Pagamento Online per eCommerce

Quali sono i migliori Sistemi di Pagamento per eCommerce?

La domanda si presta a tantissime risposte, io di seguito ti presenterò tutti i sistemi di pagamento per ecommerce che ho provato in prima persona, dandoti informazioni tali da poterti permettere di valutare quale sia meglio per il tuo progetto e-Commerce.

Nei Pagamenti Online per eCommerce si può asserire che ne esistono di 3 differenti tipologie:

  1. GateWay di Pagamento Bancari o Pos Virtuali,
  2. Wallet di pagamento virtuali,
  3. Altri sistemi di pagamento elettronici per ecommerce.

 

GateWay di Pagamento Bancari o Pos Virtuali:
Sono i sistemi di pagamento erogati direttamente dalle banche o da servizio con la quale esse sono associate.  La comodità di questi sistemi è che i soldi risultano effettivi sul conto corrente bancario nel momento in cui avviene la transazione ed i movimenti sono individuabili sul conto corrente, molto comodo a fine mese per chi si occupa della contabilità di SRL o SPA. Gli svantaggi sono costi di integrazione più alti, documentazione per attivazione assurda, tempi di implementazione molto alti, commissioni spesso più alte.

Wallet di pagamento virtuali:
Sono metodi alternativi anche se si tratta di sistemi identici, ma che arrivano da banche con una marcia in più di quelle italiane. fanno parte di questo gruppo i vari PayPal, Braintree, Stripe. I fatto che essi si propongono ad un pubblico mondiale e non domestico, sono molto più elastici nelle attivazioni, back-end speso molto avanzati, ottime garanzie per i clienti, integrazioni spesso vantaggiose con moduli gratuiti; d’altro canto la ricezione del danaro non è immediata in quanto sono dei bridge e bisogna poi fare il travaso manualmente o automaticamente dal wallet al proprio conto o carta di credito per averne disponibilità.

Altri sistemi di pagamento elettronici per e-commerce:
Negli altri sistemi ci sono tutti quelli non riconducibili alle alte due sezioni come ad esempio il bonifico bancario.

Vediamo Ora tutti i sistemi di pagamento che abbiamo preso in esame definendone pregi e difetti, ricordando che quanto seguirà è un giudizio del tutto personale, condizionato dalle esperienze personali e da circa 18 anni di eCommerce

A- GateWay di Pagamento Bancari per eCommerce

Questi sistemi di pagamento per eCommerce non sono a me molto apprezzati, spesso è un’impresa solo avere autorizzazione dalla banca, per passare a lunghe attese anche per l’attivazione.

I sistemi di pagamento online o Pos virtuali esteri per fortuna non sono così farraginosi nell’attivazione, ma quelli in mano alle banche italiane sono una tortura.

Porto un esempio appena occorso: 2 mesi fa per il suo ecommerce che stiamo sviluppando, il nostro cliente ha domandato attivazione di Setefi  MonetaWeb della Banca Intesa San Paolo, dopo l’enormità di 30 giorni dalla richiesta, la banca ci chiama per chiedere le credenziali e i dati dell’agenzia che svilupperà l’e-commerce e i dati personali di un tecnico responsabile dell’integrazione. Sarebbe stato da dargli un calcio nel sedere, ma purtroppo è per il nostro cliente. Attivazione del sistema avviene esattamente 50 giorni dopo la richiesta. Il  cliente in questione ha un fatturato enorme ed ha molteplici servizi con la banca in questione, nonché una decina di POS fisici da più di 20 anni.  Ora sentite cosa dice il responsabile di setefi con cui abbiamo parlato: al quale ho chiesto costi e commissioni da integrare nel gestionale:

Le commissioni base sono del 5% ma essendo XY un ottimo cliente abbiamo deciso di portarlo a 3,5% sulla transazione e 45€ al mese di costi di gestione.

Aggiungerei incompetenti e pure ladri.

Non dimentichiamo poi che i Gateway di pagamento italiani hanno delle interfacce BackOffice che fanno veramente schifo.

Per dovere di cronaca, ho avuto medesimi problemi anche con Banca sella, Consorzio Triveneto, MPSshop, X-Pay, Pagonoline.  A conti fatti io tendenzialmente li sconsiglio indicando di usare quelli che potrai vedere di seguito, non dimenticare però che ogni sistema ha sia pregi che difetti, e la tua scelta non dovrà farsi influenzare dal mio giudizio, se hai deciso di usare un GateWay di pagamento bancario, fallo senza farti condizionare da me in quanto il mio è un giudizio personale.

B- Wallet: Sistemi di Pagamento Virtuali per eCommerce

di seguito elenco un insieme di metodi di pagamento con la quale ho avuto a che fare o direttamente o per i miei clienti, sono a tutti gli effetti metodi che si possono sostituire ai Gateway di Pagamento delle Banche, che non amo particolarmente

metodo di pagamento PayPal
metodo di pagamento PayPal

1- PayPal

PayPal in italia è il sistema di pagamento indiscusso, copre circa il 30% delle transazioni online, ha preso piede perché obbligava i venditori in eBay ad usarlo come metodi di pagamento preferito, ed eBay negli anni passati è stato il principale eCommerce mondiale ora largamente surclassato, detto questo PayPal regge ancora il passo ed è il principale metodo di pagamento mondiale, ma lentamente anche lui sta perdendo quote di mercato.

Gestisce pagamenti ricorrenti.

Vantaggi:
Facilissimo da integrare, tutti i CMS Open Source per  ecommerce lo integrano di default nei pagamenti, risulta quindi facilissimo partire. Tutti gli utenti conoscono questo metodo di pagamento in quanto suscita grande sicurezza, ben fatto il backend anche se andrebbe rivisto.

Svantaggi:
Commissioni non proprio basse, che variano da 1,8% a 3,4% +0,35€ per ogni transazione.
La variazione di percentuale dipende dal fatturato, la cosa un po’ strana è che a fatturato raggiunto, va chiesto di accedere a sconti maggiori.

Il sistema è estremamente garantista del cliente, in alcuni settori è molto facile ricevere ricatti da parte del cliente, in cui spesso bloccano i pagamenti adducendo merce non ricevuta o ricevuta difettosa o addirittura pacchi vuoti PayPal Blocca il danaro e quasi sempre da ragione al cliente finale.

Commissioni anche se la transazione viene annullata.

1a- PayPal Pro

PayPal Pro è il fratello maggiore di PayPal, usa lo stesso sistema e base, ma si avvale di alcuni vantaggi come ad esempio un’interfaccia front end più avanzata, con PayPal pro è possibile evitare di trasferire su ebay i propri clienti per la il pagamento, quindi effettuare la transazione direttamente sull’eCommerce. Ha poi il vantaggio della multiutenza, utile in aziende dove ci sono più persone che possono accedere al sistema.

Gestisce pagamenti ricorrenti.

Le tariffe sono più vantaggiose quando il volume transato supera i 5000€ mensili, che variano da 1,7% a 2,5% +0,35€ per ogni transazione +29€ di abbonamento mensile.

Purtroppo anche in questo caso per ottenere la commissione dello scaglione raggiunto , va domandato al raggiungimento e vale dal mese successivo.

tariffe paypal base e pro
tariffe paypal base e PayPal Pro

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno:

PayPal Base o Business: (tariffa 2,7%) 270€ + (0,35 x 100) 35€ = 305€
PayPal Pro:  (Tariffa 1,7%) 170€ + (0,35 x 100) 35€ + (canone mensile) 29€ = 234€

 

metodo di pagamento stripe
metodo di pagamento stripe

2- Stripe

Il metodo di pagamento Stripe è diventato velocemente la vera alternativa a PayPal creato da Peter Thiel e Elon Musk ex di PayPal, hanno preso i regi e difetti di PyPal per creare Stripe.

Gestisce pagamenti ricorrenti.

Vantaggi:
Molto più facile da integrare in quanto le API sono più semplici e permettono una maggiore personalizzazione, interfaccia di pagamento molto più versatile e personalizzabile, backend intuitivo e comodo da usare, pagamenti direttamente sull’e-Commerce con interfaccia integrata nel sito, controllo sicurezza carte per un diminuzione delle frodi, equilibrio tra attenzione al cliente e merchant, nessuna commissione sulle frodi o storno delle transazioni. Ottimo Supporto. Altissimo numero di sistmi di pagamento accettati tra i quali anche Sofort, Sepa, GiroPay, meno click rispetto a paypal in quanto non chiedono registrazione, l’utente non può chiedere blocco fondi del fornitore.

Svantaggi:
Tariffe non a scaglioni, tariffa annullata solo se la banca del cliente chiude la contestazione e tuo favore, altrimenti commissioni molto alte, ci vogliono 7 giorni per accreditare i fondi sul conto corrente dopo il trasferimento da Stripe al conto corrente bancario.

Tariffe:
commissione 1,4%  +0,25 € per le carte europee.
commissione 2,9% +0,25 € per le carte non-europee

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno:

Carte di credito europee: (tariffa 1,4%) 140€ + (0,25 x 100) 25€ = 165€
Carte di credito non cee:  (Tariffa 2,9%) 290€ + (0,25 x 100) 25€ = 315€

 

metodo di pagamento Braintree
metodo di pagamento Braintree

3- Braintree

Braintree è un sistema di pagamento molto versatile, integra tra le altre cose anche i pagamenti con PayPal, ha un sistema di back-end molto facile da usare, statistiche avanzate, tanti sistemi di pagamento accettati, tra i quali anche android payment, apple payment, Venmo e Bitcoin.

Gestisce pagamenti ricorrenti.

Vantaggi:
Interfaccia ben fatta sia lato backend che lato frontend, pagamenti direttamente sul sito. Integrazione con moltissimi metodi di pagamento, gestisce molte carte di credito Amex compresa, . Assistenza via ticket, chat, telefono.

Svantaggi:
Accredito pagamenti dopo richiesta non immediato, non è possibile personalizzare il frontend, protezione frodi non proprio delle migliori.

Tariffe:
commissione 1,9% + €0,30 a transazione,
+1% per transazioni fuori nazione di registrazione

sconti oltre i 60.000€ mensili

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno:

Transazioni domestiche: (tariffa 1,9%) 190€ + (0,30 x 100) 30€ = 220€
Transazioni estere: (tariffa 2,9%) 290€ + (0,30 x 100) 30€ = 320€

 

metodo di pagamento Skirill
metodo di pagamento Skirill

4- Skirill

ex MoneybookersSkirill è un ottimo sistema di pagamento online ha una buona interfaccia sia lato utente che admin, molto usato nel mondo del gambling per la sua esperienza di acquisto e per la possibilità di essere usato come metodo di pagamento attraverso un link, è possibile per esempio richiedere il pagamento di una fattura o ordine eCommerce da saldare, inviando un link.

Vantaggi:
Possibilità di richiedere saldo pagamenti inviando link via mail, interfaccia tradotto in moltissime lingue, interfaccia di uso utente molto semplice ed intuitiva, backend ben fatto.

Svantaggi:
Sistema di commissioni molto complesso, disponibilità sul conto corrente italiano in oltre 7 giorni dalla richiesta

Tariffe:
Le trariffe sono il vero problema in quando molte operazioni sono gratuite, ad esempio i bonifici verso Skirill o il pagamento di da skirill verso Skirill mentre l’uso di carte di credito cambia variando:

  • Visa: 1,90%
  • Mastercard: 2.25%
  • Bitcoin: 1%
  • Sofort: 1,9%
  • Neteller: 3%
  • Swift: Gratis
  • American Express: 2.50%
  • Diners Club: 2.50%
  • JCB: 2.50%
  • PaySafe Card: 7.50%

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno:

Visa: 190€
Mastercard: 225€
Amex: 250€

 

metodo di pagamento Multisafepay
metodo di pagamento Multisafepay

5- MultiSafePay

Il metodo di pagamento MultiSafePay è un sistema molto ampio e versatile, ha ottime possibilità di integrazione e modifica grazie alle sue API, ha la possibilità di invio di mail con link di pagamento a cui agganciare il pagamento dell’ordine ecommerce, il pannello è molto versatile e permette ad esempio l’export delle transazioni da poter importare o integrare con il gestionale.

La cosa che a me piace molto è una sorta di recupero carrello abbandonato dopo che il pagamento con MultiSafePay non è andato a buon fine, il sistema manda una mail con link diretto al carrello personalizzato per concludere il pagamento, (da test da noi effettuato, non ufficiale, il recupero è di circa il 7% degli ordini).

Ideale quindi chi fa CrossBorder cioè le aziende che vogliono vendere all’estero, senza stringere accodi con decine di partner uno ne annovera parecchie decine.

Gestisce il pagamento ricorrente ,

Vantaggi:
Sistema avanzato di pagamento, con multi-utenza, con possibilità di muti account. Interfaccia ottima, grande personalizzazione dell’aspetto e integrazioni anche grazie al sistema di API.

Possibilità di creare molti moduli di pagamento a cui dare quindi il nome del servizio, esempio PayPal, Carta di Credito, Mister Cash, Giropay, Sofort, etc., a BankTransfer a Sofort

Ottimo sistema di sicurezza anti frode, per quelle transazioni che il sistema reputa sospette, le congela, e da la possibilità a merchant di investigare sull’acquirente e quindi autorizzare manualmente la transazione, elimina parecchi mal di testa.

Svantaggi:
Anche se l’assistenza è piuttosto rapida, con risposte in 30 minuti massimi h24, rispondono solo via ticket ed il supporto ad oggi è in sola lingua inglese, apriranno in italiano ma non si sa quando.

Tariffe:
Tariffe tra le più basse sul mercato, di base il sistema comporta 75€ di attivazione una tantum (gratuite se passate attraverso di noi, in quanto siamo partner)

commissioni di 1,8% + 0,15€ a transazione, percentuali e carichi che possono scendere in base al fatturato mensile.

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno:

Commisioni : (tariffa 1,8%) 180€ + (0,15 x 100) 15€ = 195

 

metodo di pagamento Google Wallet
metodo di pagamento Google Wallet

6- Google Wallet

Google Wallet era nato con grandi propositi, da mio punto di vista ben fatto e soprattutto economico, in quanto è gratuito. Ma purtroppo ha grossi limiti per decidere di usarlo, ad esempio funziona solo per il mercato usa e uk. NOn tutte le attività commerciali posso usarlo, e permette scambi solo con chi ha registrato la carta di credito sul sistema, il principio èer intenderci è quello di PayPal Me, quindi lo cambio di danaro, tra utenti, lo stesso metodo di pagamento lo ha implementato facebook ma non lo abbiamo testato.

Vantaggi:
Costo zero velocissimo da integrare e interfaccia molto facile da capire

Svantaggi:
Attivo solo per utenti USA e UK, ha un sacco di limitazioni, funziona solo tra utenti registrate a google wallet

Tariffe:
0% + 0€

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno: 0€

 

metodo di pagamento amazon payments
metodo di pagamento amazon payments

7- Amazon Payments

il sistema di pagamento di Amazon Pay è un metodo di pagamento che molto lentamente sta vedendo luce, in italia è ancora poco utilizzato mentre le altre nazioni europee e senza manco dirlo gli Stati Uniti, lo implementano i moo più consistente.

Esistono plugin per Woocommerce, Magento, Prestashop, OpenCart, Shopify e ZenCart, quasi tutte le piattaforme e-Commerce Open Source più importanti In sostanza il cliente che decide di pagare usando Amazon Pay dice ad Amazon di pagare il fornitore per conto suo, poi amazon accederà ai fondi o alla carta di credito registrata sul sito Amazon.

Tariffe non proprio basse, anche se allineate con PayPal

Vantaggi:
Da test effettuati da noi abbiamo notato un aumento della credibilità, grazie al bollino pagamento di Amazon, anche se poi abbiamo notato molti abbandoni prima dell’autorizzazione e switch ad altri pagamenti, probabilmente dovuto all’idea che poi il merchant abbia i dati della carta di credito.

Svantaggi:
Interfaccia terribile, costi alti, sottoscrizione del contratto amazon sulle politiche resi, quindi ad ogni starnuto del cliente finale il merchant dovrà abbassare la testa. Recupero danaro in percentuali ridotte solo 2 volte al mese

In caso di disputa, dove Amazon lo reputa applicabile (quindi sempre), chiede una fee a prescindere da come evolva, di 20€ tanto per mettere in chiaro che NESSUN MERCHANT DEVE MAI CONTESTARE AMAZON.

Tariffe:
pagamenti di clienti nella nazione del Merchant 2,90% di commissione più 0,30€ a transazione
pagamenti di clienti nazione non del Merchant 3,90% di commissione più 0,30€ a transazione

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno:

Transazioni domestiche: (tariffa 2,9%) 290€ + (0,30 x 100) 30€ = 320€
Transazioni estere: (tariffa 3,9%) 390€ + (0,30 x 100) 30€ = 420€

 

metodo di pagamento Sofort Banking
metodo di pagamento Sofort Banking

8- Sofort

Sofort è un bellissimo sistema di pagamento che fornisce autorizzazioni direttamente dai conti correnti bancari di mezza europa, è in poche parole un bonifico immediato. In italia sinceramente non l’ho ancora visto applicato, e in quei clienti in cui lo abbiamo inserito non son state fatte transazioni italiane, ma è molto usato in  Germania, Inghilterra e Francia, quindi ottimo per chi vende in queste nazioni.

Vantaggi:
Il bonifico  è immediato, quindi il merchant avrà i soldi direttamente sul conto come per una carta di credito, senza dover attendere i due giorni per la verifica. Altro vantaggio non trascurabile è l’operazione di verifica dei pagamenti ricevuti, in questo caso è automatico mentre con i bonifici classici SEPA bisogna effettuare controllo e autorizzazione manuale.

Svantaggi:
Non conosciuto in italia, gli utenti che non conoscono questo sistema si sentiranno a disagio nel doversi loggare con il loro account di home banking sulla schermata di SOFORT.

Tariffe:
Canone di attivazione Una Tantum di 39€
commissione 0,9 % + 0,25 € a transazione

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno:
Commisioni : (tariffa 0,9%) 90€ + (0,25 x 100) 25€ = 115

 

metodo di pagamento Payza
metodo di pagamento Payza

9- Payza, conosciuto anche come AlertPay

Payza è un altro sistema di pagamento online che non ha nulla di più e nulla di meno di tanti altri metodi di pagamento, ne parlo perché qualche cliente lo aveva e ne ho quindi fatto conoscenza.

Pressoché sconosciuto in italia ma abbastanza usato negli stati uniti e molto di più in Inghilterra, fino a qualche anno a si chiamava AlertPay

Accetta come metodo di pagamento anche i BitCoin.

Vantaggi:
Facilissimo da integrare, moto versatile e pannello di backend molto intuitivo e ben fatto nulla che vedere con lo scomodo Paypal. Accetta vari metodi di pagamento quali trasferimento denaro tra un conto e l’altro di Payza, payPal, BitCoin, Carte di credito

Svantaggi:
Pressoché sconosciuto in italia, uno dei tanti sistemi, assistenza solo in inglese e solo via ticket con tempi di attesa di circa una giornata lavorativa.

Ogni trasferimento di danaro sul conto corrente costa 2,50€ e impiega circa 7 giorni.

Tariffe:
commissione di 2,9% + 0,130€ a transazione

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno:
Commisioni : (tariffa 2,9%) 290€ + (0,30 x 100) 30€ = 320

 

metodo di pagamento Payoneer
metodo di pagamento Payoneer

10- Payoneer

Payoneer è un sitema di pagamento molto usato nelle affiliazioni, tantissimi sistemi usano questo metodo quali, Amazon, AirBnB, Cdiscount, Rakuten, Fiverr, GAffiliate, etc.

Per i grossi costi io l’ho sempre sconsigliato ai miei clienti come metodo di pagamento nell’ecommerce, ma tanti blogger che fanno affiliazioni lo usano, quindi in caso di strategia marketing di affiliazione, vale la pena inserirlo

Vantaggi:
Il metodo di pagamento più usato nelle affiliazioni, lo stesso payoneer ha un programma di affiliazione, buona l’interfaccia backend

Svantaggi:
Transazioni care, fanno pagare ogni mossa, fanno pagare persino i bonifici non andati a buon fine. Non conviene usarlo come metodo di pagamento per le transazioni di merce nello shop o si pagano anche i resi.

Tariffe:
Commissione del 3%
trasferimento del danaro sul conto corrente: 2% se i soldi sono di valuta diversa da quelli ricevuti, 1,5€ per accredito di euro su euro.
Trasferimenti non andati a buon fine 1€

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno:
Commissioni : (tariffa 3%) 300€  = 300

 

metodo di pagamento PayMate
metodo di pagamento PayMate

11- Paymate

PayMate è un ottimo strumento di pagamento sia online che fisico, utilizzatissimo nel mercato Australia e Nuova Zelanda, nel resto del mondo è pressoché sconosciuto, te ne parlo perché per l’ho utilizzato e mi è piaciuto molto.

Usa lo stesso concetto dei vari Braintree, PayPal, etc quindi permette transazioni a chi ha un account e un portafoglio, ma accetta anche pagamenti di vario tipo

Vantaggi:
Accetta carte di credito e sistemi usati in Oceania, possibilità di vendita in tutto il mondo, possibilità di utilizzo di pos fisico, ottimo sistema antifrode, controllano loro le transazioni e quelle approvate sono garantite.

Svantaggi:
Non conosciuto fuori dal’Oceania

Tariffe:
d 2,60 a 3% a transazione più una commistione di 0,50$ (0,35€) australiani

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno:
Commissioni : (tariffa 3%) 300€ + (0,35 x 100) 35€ = 335

 

metodo di pagamento clickandbuy
metodo di pagamento clickandbuy

12- ClickandBuy

ClickandBuy è un metodo di pagamento molto simile a PayPal e gli altri metodi di pagamento con wallet, io non lo apprezzo particolaremente, lo aveva un cliente che lavorava con il mercato Tedesco.

Vantaggi:
Molto attenti alla privacy dei clienti, ottimo sistema di  anti-frode no dei migliori visti.

Svantaggi:
Costi alti, assistenza risponde solo via ticket ed impiega circa 2 giorni nelle risposte. Pressoché sconosciuto fuori dalla Germania.

Tariffe:
circa 3% a transazione e 1% di commissione per i prelievi, prelievo minimo 11€

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno:
Commissioni : (tariffa 3%) 300€

 

metodo di pagamento Hipay
metodo di pagamento Hipay

13- Hipay

Hipay è un sistema di pagamento online molto interessante, per quanto sia quasi sconosciuto in italia consiglio comunque di dargli un’occhiata. Per i micro pagamenti la sua versione HipayMobile è molto avanti rispetto a chi come Facebook, Google e PayPal sta investendo.

Permette il pagamento attraverso SMS o chiamate telefoniche, l’utente che vuole effettuare un pagamento di pochi € può chiamare un numero di telefono o inviare un sms e ottenere un codice che userà per il pagamento.

Molto versatile e bene fatto.

Hipay è integrata circa 200 metodi di pagamento presenti in tutto il mondo, aggrega in esso moltissimi metodi, io l’ho conosciuto grazie a ePrice, lo reputo più un aggregatone di pagamenti che un sistema unico.

Vantaggi:
La versione HipayMobile è Ottimo sistema per ii micro pagamenti, facilissima l’integrazione, ben fatto il backend.
Hipay ha un ventaglio ampissimo di sistemi di pagamento integrati, ideale per chi vende in tutto il mondo, sistema ottimo per chi ha un market Place, ottimo sistema di controllo frodi, tra i migliori provati, ha un servizio di qualità del transato ottimo e mette in sicurezza i merchant.

Svantaggi:
Praticamente sconosciuto in italia,  un po’ complessa la tabella prezzi

Tariffe:
Commissioni sul venduto che variano in base al volume mensile transato, e al tipo di pagamento o carta di credito con variazioni dallo 0,90€ a 2,90€

sistema di pagamento hipay
Tabella commissioni sistema di pagamento HiPay

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno:
Commissioni : (tariffa 2,5%) 250€ = 250

metodo di pagamento Gestpay
metodo di pagamento Gestpay

14- GestPay

Gestapy è un sistema di pagamento multi canale di banca sella che permette di accettare pagamenti da tutto il mondo con molti metodi di pagamento come ad esempio PayPal, Sofort, praticamente tutte le carte d credito disponibili e molto altro.

Gestisce i pagamenti ricorrenti

Vantaggi:
Ottima interfaccia, sistema di pagamento direttamente sul sito e e con grafica personalizzabile, assistenza veloce nel rispondere, ma dipende anche dal tipo di contratto, possibilità di pagamento anche via call center

Svantaggi:
Tariffe alte, contratto base caro e con poche possibilità. più piani con tariffe e opzioni differenti, backend veramente pessimo per non smentire i gatway italiani.

Tariffe:
Due tariffe:
Base: 16€ costo una tantum di attivazione + 3,00% commissione + 0,35€ a transazione
advanced: 166€ costo una tantum di attivazione + 15€ mensili + 3,5%

Ipotesi di Transazione:
Ipotizzando 100 ordini da 100€ i costi saranno:
Base:  (tariffa 3,00%) 300 + (0,35€ x 100)  35€ =  335€
advanced: 15€ (canone mensile) + (tariffa 3,50%) 350 = 365€

Comparazione Tariffe Metodi di Pagamento

Abbiamo usato come calcolo di paragone per le tariffe un calcolo semplice di 100 ordini da 100€ chiaramente questi valori possono variare in base al fatturato o al numero di transazioni, ad esempio un numero maggiore di transazioni penalizza chi ha un costo fisso a vendita, rispetto al solo fatturato.

 

ServizioTariffeCalcolo 100 ordini 100€
PayPalda 1,8% a 3,4% +0,35€ per ogni transazione305€
PayPal Proda 1,7% a 2,5% +0,35€ per ogni transazione +29€ di abbonamento mensile234€
Stripecommissione 1,4% +0,25 € per le carte europee.
commissione 2,9% +0,25 € per le carte non-europee
Carte di credito europee: 165€
Carte di credito non cee: 315€
Braintreecommissione 1,9% + €0,30 a transazione,
+1% per transazioni fuori nazione di registrazione
Transazioni domestiche: 220€
Transazioni estere: 320€
SkirillVisa: 1,90%
Mastercard: 2,25%
Amex: 2,50%
Visa: 190€
Mastercard: 225€
Amex: 250€
MultiSafePaycommissione 1,8% + 0,15€ per ogni transazione – 75€ una tantum attivazione195€
Google Wallet0% + 0€0€
Amazon Paycommissione 2,9% +0,30 € per Transazioni domestiche
commissione 3,9% +0,30 € per Transazioni non domestiche
Transazioni domestiche: 320€
Transazioni estere: 420€
Sofortcommissione 0,9 % + 0,25 € a transazione – 39€  una tantum attivazione115€
Payzacommissione di 2,9% + 0,30€ a transazione320€
PayoneerCommissione di 3% = 300300€
PayMatecommissioni da 2,60 a 3% + 0,50$ australiani  (circa 0,35€)335€
ClickandBuy Commissione di 3% = 300€ + 1% sul prelievo di danaro300€
HiPayCommissioni dal 0,90€ a 2,90€ variazione su volume e tipologia pagamento250€
GestPayCommissione base 3,00% 0,35€ a transazione
Commissione piano advanced: 15€ canone mensile + tariffa 3,50%
Base:  335€
Advanced: 365€

 

C- Altri sistemi di pagamento elettronici per e-commerce

Altri sistemi di pagamento comprendono Contrassegno, anche se in verità è un servizio di spedizione, il bofico bancario classico (o sepa) le ricariche Poste Pay e  i finanziamenti.

C’è da dire che il contrassegno è tipico del mercato italiano popolo abbastanza diffidente, mentre pagamenti come il bonifico e il finanziamento sono usati solo per alcune tipologie di importo, per la poste pay c’è molto da dire.

1- Contrassegno

Il metodo di pagamento per mezzo di contrassegno o pagamento alla consegna, è molto usato in italia, anche se c’è una contro tendenza anche grazie ai market place quali spartoo, amazon ibs etc..

Il contrassegno è un modo per rendere i clienti sicuri della consegna, ma porta con se tanti problemi per il merchant:

  1. Costo del contrassegno,
  2. Mancati ritiri da parte del cliente,
  3. Costi di giacenza,
  4. Costi per eventuali ritorni al merchant,
  5. Tempi lunghi per l’accredito sul conto corrente del danaro.

Quindi il contrassegno è una bilancia tra sicurezza offerta al cliente e problemi che deve sobbarcarsi il merchant, spesso non vale la pena averlo come metodo di pagamento, perché i margini vengono erosi dai costi e dai problemi, non ultimo per chi fa dropshipping, si trova in magazzino merce che spesso non riuscirà a rivendere.

Valuta tu se attivarlo o meno, se lo fai, magari evita di farlo per prodotti oltre un certo costo o sulla quale hai poca marginalità.

Definire un costo di contrassegno è impossibile in quanto molto dipende dall’accordo preso con il il corriere, spesso si parla di 3 o 4 € in alcuni casi di una percentuale sull’incasso. Cerca di spuntare il miglior accordo possibile, ma sopratutto fa attenzione alle clausole aggiuntive come ad esempio i costi di giacenza mediamente attorno ai 10€.

 

2- Bonifico

Il bonifico bancario anticipato è il metodo preferito dai merchant perché non ha un reale costo di incasso, anche se in verità porta con se impegno lavorativo, ogni giorno bisogna controllare gli arrivi, combaciarli con gli ordini in attesa di pagamento, effettuare un matching e in modo manuale autorizzare la spedizione del prodotto. Queste operazioni portano via almeno 5 minuti se non 10 per un ordini al giorni può non essere un problema, ma diventa oneroso quando gli ordini diventano molti per 20 ordini vuol dire perdere almeno 2-3 ore.

Ci sono sistemi come Sofort che migliorano queste problematiche riducendo i tempi di attesa e soprattutto evitando lavoro di controllo nei giorni successivi.

 

3- PostePay

Io odio in modo viscerale PostePay. vero che per i clienti finali è un bel modo di avere una carta ricaricabile e in caso di furto può essere minimo il danno.

Ma le poste sono il vortice dell’incompetenza, non entro in merito ai costi, che sono solo di 1€ per il prelievo del danaro ogni 500€ massimi giornalieri, quindi se vi clonano la carta non potete neppure prelevare tutto il dannaro per evitare il furto.

Garanzie per il merchant zero, le truffe sono tantissime, e il merchant perde i soldi senza nessuna garanzia, non a caso sono usatissime per gli acquisti online di elettronica.

Il tutto si deve ad una serie di fatti concatentati, ebay si stava trasformado nel più grande negzio di truffatori e per molti venitori Truffaldini usare PayPal in cui dovevano pagare commisioni e avrebbero potuto avere i fondi bloccati, la scelta di spingere a ricariche di Posteay è stato il passo successivo.

purtroppo a metà 2000 c’è stato un altissimo numero di truffe sia da pare di merchant che di acquirenti ed il comun denominatore era la poste pay dato che non dava garanzie a nessuno.

Io ti sconsiglio caldamente di accettare pagamenti su ricariche poste pay, permetti però al tuo circuito di carta di credito di accettare la poste pay come carta di credito.

Uomo avvisato  ….

 

4- Finanziamenti

Come metodo di pagamento il finanziamento è usato sopratutto in beni il cui costo supera i 500 600€ molto usato quindi nelle attrezzature sportive (settore da cui io provengo con il mio primo e-Commerce) il bianco (in gergo sono gli elettrodomestici).

Oggi Grazie ad Agos e Findomestic (ce ne saranno altre ma io conosco questi due prodotti) è possibile fare finanziamenti online, cioè senza che il cliente sia materialmente in negozio, e sopratutto senza che debba mandare documenti al merchant, questo metodo di pagamento è un’ottimo strumento per spingere all’acquisto di beni il cui costo non è indifferente.

C’è un vataggio che ho sperimentato nel tempo, chi apre un finanziamento non è poi portato ad effettuare resi, mentre a me capita spesso che mi toccasse ritirare tapis roulant pagati in contanti. UN vero fastidio, una volta capito che il finanziamento mi dava anche questo vantaggio, ho iniziato ad usarlo come sistema di acquisizione, quindi offrendo finanziamenti a tasso zero.

con Findomestic riuscivo a pagare il 5% di commissioni per finanziamenti tasso zero (al cliente, ma qualcuno deve pagare l’interesse) per 10 rate.

Questo stratagemma mi diede un grosso aumento delle vendite e un bassissimo , prossimo al nullo, richieste di reso.

Io ti consiglio di sentire le aziende citate e farti fare un preventivo, potrebbe essere un’ottima idea implementare anche nella tua azienda come metodo di pagamento, il finanziamento.

Persone indecise posso essere allettate dalla possibilità di rateazione.

 

Conclusione

Di metodi di pagamento ce ne sonno moltissimi il ventaglio di offerte è ampissimo, la prima scelta che devi fare è legata ai costi di commissione, la seconda è relativa al mercato, perchè proporre in italia un pagamento sconosciuto è inutile, allo stesso modo proporre negli stati uniti il contrassegno se spedisci dall’Italia è impossibile, o troppo oneroso.

Un’altra scelta va fatta in base ai problemi a cui potresti incorrere, ad esempio per la mancanza di assistenza o come per postepay per tutti i problemi relativi alla sicurezza.

Soprattutto sperimenta sempre, se hai un dubbio: Sperimenta.

 

tu che metodi di pagamento usi e come ti trovi?

Sono un ottimista per natura, ho giocato a rugby per 36 anni e questo sport mi ha insegnato che nella vita: “Volere è Potere” la determinazione è fondamentale anche nel lavoro. Mi occupo di eCommerce dal 2001 ho iniziato come merchant per poi dedicarmi alla consulenza. Attualmente corro, corro tanto. Se passate per Lainate dalle 4.30 am è facile che mi incontriate mentre mi preparo per l’ennesima maratona. Ho un desiderio che è quello di aiutare a raggiungere il successo gli imprenditori che voglio cimentarsi nelle vendite online. Attualmente in quanto a eCommerce siamo le pecore nere tra i 20 paesi industrializzati, spero i mio aiuto possa aiutare in un cambio di tendenza.

Vota l'Articolo
Lascia un voto da 1 a 5 stelle per indicare a chi arriverà dopo di te la qualità di questo articolo, naturalmente spero in un voto alto ;-)

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (22 voti, media: 4,91 su un massimo di 5)
Loading...

5 commenti su “Sistemi di pagamento eCommerce: Confronto e Recensione

    • Ciao Paolo, io consel la usavo almeno 10 anni fa, quando non avevano collegamento ecommerce ma tutto andava fatto in modo poco normale, quindi facendo finta che i clienti erano davanti me, poi andavano a firmare i documenti presso l’ufficio di consel più vicino a loro.
      Quando uscì Findomestic con le firme online, chiaramente ho abbandonato quel sistema poco normale. Nona avendo conoscenza diretta del sistema e-consel non ne ho parlato, perché tutti i pagamenti di cui ho parlato sono stati da me utilizzati, non recensisco cose che non ho conosciuto direttamente.

      • Buongiorno Fulvio, certamente, era giusto per segnalare la presenza di altri operatori di settore operanti anche online (un utente legge il commento e magari si fa fare un preventivo anche da loro). Ti saluto

  1. Buon giorno e grazie per il suo blog.
    Vorrei avere il suo consiglio anche se ormai non mi occupo più di commercio e sono in pensione: purtuttavia vorrei provare a cambiare il mio metodo di pagamento on line. E’ la prima volta che leggo degli istituti di moneta elettronica americana tipo Payoneer, è grazie a questa ricerca che ho trovato lei.
    Può consigliarmi? Vorrei avere una carta per fare i pagamenti e bonifici quando mi sposto all’estero soprattutto per problemi di salute ed ho bisogno di una carta per pagamenti in moneta straniera. Non trovo affatto conveniente utilizzare la carta del c/c italiana………..e vorrei poter fare versamenti anche in contanti

    • buongiorno Maria.
      un buon sistema è quello di comprare una carta di credito prepagata di ebay, è accettata in tutto il mondo in quanto usa autorizzazioni dei principali circuiti mondiali. Può essere ricaricate sia con bonifico che con altre carte di credito.
      Per potersi registrare acceda a http://www.ebay.it
      se ha altre domande non esiti a domandare le risponderò volentieri

Lascia un commento