Sarao.it eCommerce Specialist logo
eCommerce cosa vendere online

modificato il: 1 agosto 2018

Quali prodotti vendere online?

Cosa Vendere online e far si che il mio eCommerce funzioni bene? Trovo molto spesso questa domanda nella chat di messenger, di skype, via mail, o whatsapp. 

Voglio quindi rispondere e indicarti cosa vendere online per spiegare come la penso e quali possano essere gli scenari futuri.

cosa vendere online
cosa vendere online?

Quali sono i prodotti che si vendono bene online?

Quali prodotti vendere in un eCommerce online? Ci sono prodotti per possono essere di successo altri un po’ meno, altri ancora, equivalgono a fallimento assicurato.

In un articolo in cui trattavo come trovare l’idea vincente per eCommerce e come svilupparla ho asserito che un buon metodo è quello di partire dal proprio hobby, ma anche che è fondamentale capire se il prodotto è utile alla sostenibilità del progetto.

Una spiegazione su quali prodotti vendono online

Voglio raccontarti una storia personale per poi spiegarti quali prodotti funzionano, segui quanto ti sto per dire:

Dall’età di 7 anni gioco a rugby, a parte qualche pausa forzosa o per motivi sentimentali,  sono stato un professionista, ho vissuto molte realtà e la mia conoscenza dell’ambiente è immensa.

E’ quindi naturale immaginare che quando decisi di aprire un eCommerce ho valutato l’idea di aprire un sito eCommerce a tema rugby.

Ho contattato i più importanti fornitori e produttori, ho sentito alcune aziende sud africane per avere divise e maglie personalizzate a prezzo molto competitivo ho fatto un business model ed un business plan (in verità molto scarni ma sufficienti) e infine ho accantonato l’idea di vendere online i prodotti per lo sport che Amo.

Arrivai a questa conclusione:

L’Italia ha un bacino di circa 80.000 tesserati tra simpatizzanti, giocatori e dirigenti, pur ipotizzando di poter vendere al 5% di essi si avrebbero 4.000 clienti, pochi o tanti qualche ragionamento lo si può fare, ma importante è sempre fare un modello delle buyer personas per definire cosa e come compreranno.

Comportamento di acquisto delle buyer personas mondo rugby:

  • Magliette: si tende ad usare scarti di divise vecchie,
  • pantaloncini: rotti della divisa o recuperi di tute, o al limite in inverno pantaloni aderenti da running . molto economici data l’alta probabilità di rottura,
  • Scarpe: da calcio più economiche e leggere,
  • Paradenti: necessario da prendere, acquisto 1 ogni 2 3 anni (prezzo medio 10€).

Senza contare i professionisti che hanno tutto regalato dalla società.

Morale: Business non aperto perché non ci sarebbero state vendite sufficienti per la sostenibilità del progetto, vendere solo paradenti e qualche sporadica maglietta non è commercialmente vantaggioso.

 

Quindi, quali sono i prodotti che funzionano?

Prima di tutto è importate evitare tutti quei prodotti distribuiti da centinaia di aziende che si vedono costrette a far ribassi sul prezzo, come ad esempio elettronica, cellulari, bianco (elettrodomestici), computer.

Ricordati: i modelli di business creati sulla guerra del prezzo, sono fallimento assicurato

Altro suggerimento è fare molta attenzione con i prodotti in dropshipping, troppo spesso distribuiti da un’immensità di e-Commerce.

Per la loro facilità distributiva e per la mancanza di investimento in magazzino, molti sono attratti dal modello del DropShipping. Più si è peggio è perché vorrà dire che lo stesso prodotto sarà distribuito da tanti altri, e di scemi che abbassano i prezzi credendo di fare affari, ne è pieno il web.

Cosa vendere online?

Dalla mia esperienza posso dirti che i prodotti da vendere online e che funzionano devono rientrare tra questi prodotti:

  1. Non si trovano nella GDO (grande distribuzione organizzata: supermercati),
  2. Non vengono venduti da marketplace come Amazon,
  3. Non vengono svenduti da altri negozianti,
  4. Non sono facili da trovare,
  5. Vengono distribuiti da pochissimi rivenditori,
  6. Assolvono ad una precisa richiesta ed esigenza esistente.

Ora tu dirai che è impossibile, ma in verità se ci pensi ci sono tantissimi prodotti di nicchia o difficili da trovare il cui prezzo lo fa chi vende. Mi spiego meglio

Io ho avuto per tantissimi anni una café race, il mondo attorno ad esse è fatto di spendaccioni, in quanto le moto vengono spesso modificate e cambiate. Chi vende i pezzi di ricambio non fa sconti, e chi compra non batte un ciglio, la sella rossa ad esempio, mi costò tantissimo, pelle vera, con memory foam, ma la volevo a tutti i costi.

la mia bonneville
la mia Bonneville

Questo vuole essere un banale esempio, ma ricordati che si vende ciò che ha domanda e l’offerta non è massiva. Le nicchie si trovano, devi scovarle, e poi attraverso gli strumenti di ricerca key di adwords valutare il numero di ricerche e poi verificare su google i siti che offrono quesi determinati prodotti.

Questi di seguito sono comunque idee che funzionano:

 

Prodotti personalizzati

Vendere cellulari è folle, ma vendere cover particolari per personalizzare i cellulari è ancora sostenibile, ma chiaramente devono essere personalizzazioni uniche, mi viene in mente il grande successo di LostMy.name un libro personalizzato con il nome del bambino, il sito ha venduto milioni di copie

 

Prodotti di nicchia

Come l’esempio fatto sopra sulle café race, ci sono nicchie in cui si fatica a trovare prodotti e chi ci entra può fare e gestire il prezzo, non avendo concorrenza.

 

Biologico

C’è tantissimo interesse verso questo settore, e tutto ciò che è bio, per vegani, celiaci ha un ottimo mercato, cosa fondamentale è proporre prodotti non presenti nella grande distribuzione, ottimo esempio di successo è Cortilia

 

Abbigliamento

Per quanto si dica sia un mercato difficile per resi per le taglie, l’abbigliamento vende, soprattuto ciò che non è di massa, ho un cliente che sul suo eCommerce (manco tanto bello) vende centinaia di capi al giorno grazie alla sapiente ricerca di prodotti poco distribuiti.

 

Cioè che non esiste

Sembra un paradosso, ma ci sono domande inevase, inteso come bisogni latenti o manifesti che non hanno ancora una risposta nei prodotti o nei servizi. Faccio un esempio: se pensiamo al mondo dell’intrattenimento, abbiamo Amazon prime, Netflix, Sky, mediaset etc.. etc.. Se esistesse un aggregatore di tutti questi sistemi con un sistema di ricerca avanzato sui vari sistemi, sicuramente avrebbe successo, sempre se il costo fosse contenuto.

Ti consiglio di leggere il mio articolo:  trovare l’idea vincente per un eCommerce

Forse lo avrai capito, io insisto molto sui prodotti e servizi che non si trovano facilmente che non sono individuabili su amazon, quando dico questo la risposta tipo è:

“Bell’affermazione, facile a dirsi, difficile a farsi, tu la fai semplice”.

Scusate ma cosa volete la pappa pronta? secondo voi perché apple ha fatto miliardi? per i suoi pc?

Apple ha rischiato il fallimento grazie ai suoi Mac, i pc costavano molto meno e lentamente sul mercato stavano arrivando migliaia di assemblati dai prezzi stracciati.

Il lampo di genio è stato l’Ipod, un device per ascoltare musica in modo comodo e cool. Se fosse semplice non ci sarebbero siti che falliscono e ci sarebbero solo aziende di successo.

Certo non è facile, ma per carità, evita di aprire un ecommerce già destinato a fallire al momento della sua apertura. Piuttosto datti alla pittura, il fallimento è meno oneroso.

Vota l’Articolo
Lascia un voto da 1 a 5 stelle per indicare a chi arriverà dopo di te la qualità di questo articolo, naturalmente spero in un voto alto 😉

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (17 voti, media: 4,65 su un massimo di 5)

Loading…

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *